La mia foto

PERCORSI FORMATIVI

  • VENDITA E NEGOZIAZIONE
    Oggi più che in passato è necessario sviluppare nelle persone addette alla vendita ed al rapporto con i clienti capacità relazionali. Il programma di questo corso permette di conoscere i meccanismi che guidano la relazione interpersonale. Con esercizi pratici saranno forniti validi strumenti per gestire meglio i processi di vendita e post-vendita con i clienti.
  • CORSO DI COMUNICAZIONE EFFICACE
    Come parlare in pubblico, ad un colloquio di lavoro o al tuo miglior cliente? Come aumentare la tua capacità di persuasione? Il corso della durata di 1 giornata è orientato a tutti coloro che vogliono migliorare la loro capacità di relazionarsi con gli altri.
  • "COMUNICAZIONE EFFICACE" PRESENTAZIONE IN AZIENDA
    L'incontro ha la durata di mezza giornata ed affronta alcuni fra i principali fondamenti della comunicazione fra le persone. L'azienda offre in un contesto professionale e qualificato un'occasione unica ad ognuno dei partecipanti (collaboratori e/o clienti) per conoscere e gestire meglio i meccanismi che guidano il mondo delle relazioni fra le persone.

« Una citazione interessante sulla stupidità. | Principale | La Comunicazione Analogica secondo il "Soft Swing" »

dic 28, 2006

Commenti

Filippo

Volevo fare una domanda sul modello "sano altruista":
quanto può influire l'autostima della persona sana altruista, nel prodigarsi per aiutare/rendersi disponibile/collaborare (sia nell’ambiente di lavoro, soprattutto nel lavoro di team, con obbiettivi mensili da raggiungere - che nei rapporti extra lavoro: ragazza,amici…)
Per esperienze vissute direttamente, tra “sano egoista” e “sano altruista” l’arma dell’autostima vedo che risulta essere a favore della leadership nel momento in cui il leader si dimostra essere sano egoista.
Potrà sembrare banale, ma un sano altruista dovrà sempre faticare maggiormente per diventare leader o si tratta di un modello attuale magari viziato dal bombardamento mediatico di leadership proposte?

Lorenzo

Interessante considerazione, Filippo!

Dobbiamo però intenderci sul significato di leadership … e questo lo dico da “Sano altruista” come ritengo di essere sempre stato.

Che cos’è la leadership?

La leadership è l’abilita di cambiare il mondo che ci circonda, di realizzare qualcosa che non esiste se non nella immaginazione del leader e che si realizza attraverso la promozione e la valorizzazione degli uomini.

Il leader è quindi colui che afferma se stesso valorizzando gli altri. Il sano altruista tende a farlo però con una endemica debolezza: di ricercare sempre il consenso in quello che fa, o meglio l’affidabilità e la considerazione delle persone che ne sono coinvolte. Quindi, a mio avviso, non è che il sano egoista sia meno dotato di autostima rispetto al sano altruista; per essere un leader devi esserne dotato. L'autostima alimenta un’azione di qualità emotiva diversa: orientata alla assertività e al coinvolgimento nel caso del “sano egoista” ed alla qualità riflessiva dell’azione nel “sano altruista”.

Come tutte le persone intelligenti devono entrambi stare attenti ai loro momenti di stupidità: quello del sano egoista che tende a diventare un bandito e quello del “sano altruista” che tende a diventare uno sprovveduto.

Studiare le proprie debolezze “in azione” è uno delle virtù professionali che nel “Soft Swing” si “imparano, facendo”.

I commenti per questa nota sono chiusi.