La mia foto

PERCORSI FORMATIVI

  • VENDITA E NEGOZIAZIONE
    Oggi più che in passato è necessario sviluppare nelle persone addette alla vendita ed al rapporto con i clienti capacità relazionali. Il programma di questo corso permette di conoscere i meccanismi che guidano la relazione interpersonale. Con esercizi pratici saranno forniti validi strumenti per gestire meglio i processi di vendita e post-vendita con i clienti.
  • CORSO DI COMUNICAZIONE EFFICACE
    Come parlare in pubblico, ad un colloquio di lavoro o al tuo miglior cliente? Come aumentare la tua capacità di persuasione? Il corso della durata di 1 giornata è orientato a tutti coloro che vogliono migliorare la loro capacità di relazionarsi con gli altri.
  • "COMUNICAZIONE EFFICACE" PRESENTAZIONE IN AZIENDA
    L'incontro ha la durata di mezza giornata ed affronta alcuni fra i principali fondamenti della comunicazione fra le persone. L'azienda offre in un contesto professionale e qualificato un'occasione unica ad ognuno dei partecipanti (collaboratori e/o clienti) per conoscere e gestire meglio i meccanismi che guidano il mondo delle relazioni fra le persone.

« Se vi facesse "prurito" la guancia sinistra... | Principale | Il "colpo di tosse" della signora al balcone »

ott 25, 2007

Commenti

Ale

sarebbe bello avere dei modelli pratici da poter applicare. Il tuo libro è molto bello. Non si trova da nessuna parte pero' come applicare modelli comportamentali validi (a parte parlare con voce suadente o impositiva, e simili). Ad esempio come ci si comporta con gli alterati?

Lorenzo

Ale,
il mio consiglio è quello di chiederti se tu innanzitutto ti consideri prevalentemente “Complementare” o “Alterato” (quello che nel libro chiamo “simmetrico”). Bisogna a mio avviso partire da qui per comprendere le difficoltà o le potenzialità che noi abbiamo con i nostri rispettivi interlocutori, “Complementari” o “Alterati” che siano. Il resto … con pazienza! Ciao!

Ale

nel senso, un essere alterato come lo tratti? con graduale disponibilità o con graduale non disponibilità? oppure come un essere base o come un avere base? ogni scuola ha il suo credo. Non ci si capisce. Grazie
Ale

I commenti per questa nota sono chiusi.